Loading...
Quali gare ci sono – guida per un principiante2018-02-14T21:39:31+00:00

Quando parlo con una persona che si affaccia a questo sport per la prima volta, vengo solitamente bombardata da queste domande:

“Ma cosa sono Sprint, Super, Beast (riferito a Spartan), quali sono le distanze che ci sono?
Che distanza dovrei correre? Che gare che ci sono?”

Andiamo con ordine, partiamo da Spartan. Sprint, Super, Beast

Il nome definisce la distanza (é facile capire quale sia la più corta e la più lunga) e ogni distanza si distingue con un colore. Rosso per la Sprint, Blu per la Super e Verde per la Beast. Quindi in base al colore che vedi (per esempio quando navighi sul sito) sai a che distanza si riferiscono. Il colore sará anche distintivo della maglietta che riceverai a fine corsa e della medaglia. Partiamo da un presupposto. Non esiste facile/difficile. Nel senso che una distanza breve diventa estremamente impegnativa se fatta a certi ritmi. 3 minuti non sono un tempo lungo in generale. Prova però a farli in plank. O a stare appeso ad una sbarra. Tutto è relativo alla difficoltá di ciò che stai facendo, all’intensitá a cui lo stai facendo e al tuo livello di preparazione. Tutto ciò che scriverò da qui in poi è riferito a chi è ALLE PRIME ARMI in questo sport.

Sprint

Rosso – La piú breve

La sprint è la distanza consigliata per iniziare. É una distanza variabile che va da un minimo di 5 kilometri fino anche a 9/10 km. Gli ostacoli sono segnati come 15+ il che significa che il minimo è 15 ( c’é da precisare che nel conteggio degli “ostacoli” vengono spesso calcolati anche gli ostacoli naturali come ad esempio l’attraversamento di fiumi). É una gara “veloce”, perfetta per chi prova per la prima volta una obstacle race. Si conclude in genere in 1 ora o meno per i più veloci e arriva anche a due ore (dipende dalle penalitá scontate durante la gara).

Super

Blu – la distanza di mezzo

La Super parte da 13 km e può arrivare anche a 18 km; é giá una distanza più impegnativa per iniziare. Se sei giá una persona che corre delle distanze ragionevoli (almeno 10 km di fila) allora puoi considerare di partire con una Super. Gli ostacoli sono 20+, sempre contando quelli naturali.

Beast

Verde – la più lunga

La Beast si presenta da sola con il nome. É una distanza che parte dai 20 km e arriva anche a 28. É una gara impegnativa dove la distanza da percorrere è di per sé già un ostacolo. Gli ostacoli inseriti nel percorso sono dai 25+ considerando quelli naturali. Quando si decide a che distanza iscriversi bisogna tenere sempre presente che essere molto bravi sulla corsa non è l’unica caratteristica che serve. Correre forte e a lungo non ti risparmia dal dover scontare la penalitá di 30 burpees in caso di fallimento di un ostacolo. E se hai mai fatto 30 burpees durante una corsa sai quanto possono essere letali.

É vero che magari sono SOLO 7 km ma NON sono su strada. Tieni sempre presente che si tratta di trail running. Non si corre su strada e non è sempre in piano. Il terreno può essere insidioso, con pezzi che richiedono tecnica per correre veloce, con attraversamenti di corsi d’acqua, parti in salita e in discesa. Il clima. Durante gli allenamenti possiamo scegliere di uscire per correre quando c’è il sole. Di aspettare che finisca il temporale. Di andare nelle ore più calde o più fresche (dipende dalla stagione). Se ci iscriviamo ad una gara possiamo solo decidere una fascia oraria di partenza. le condizioni atmosferiche sono totalmente al di fuori dal nostro controllo eppure possono giocare un ruolo determinante nell’esito della nostra performance o nella nostra capacitá di goderci l’esperienza. 7 km con freddo e pioggia sono più gestibili di 26. Correre con 26 gradi è diverso dal correre con -3 sulla neve.

E questo ci porta all’ultimo punto: Controlla sempre DOVE si terrá la gara. Se in un impianto sciistico, al crossodromo del ciglione nelle piste da motocross a giugno, a Firenze a maggio su un terreno in pianura o a Pragelato dove c’è il trampolino olimpico su cui correre. La location é tutto. 1 km in piano e 1 km in salita sono un’esperienza totalmente diversa. Scegli con intelligenza.

NON CI SONO SOLO LE SPARTAN

Si lo so che quando si dice Obstacle Race si pensa subito a Spartan Race. Ma la veritá é che non è così. Non esistono solo loro. Vorrei poterti far vivere per un istante qui in America dove ci sono tantissime realtà di obstacle race affermate e riconosciute che hanno lo stesso valore di Spartan.

É Spartan la più vecchia? Si, in America si. É Spartan quella che ha un marketing più potente? Assolutamente si (In America si e di conseguenza anche in Italia che vive della rendita del nome Spartan che viene curato e fatto crescere a livello mondiale dagli USA). É Spartan la gara numero 1 al mondo ? No. Sicuramente sono quelli che hanno le medaglie più belle. Quelli che hanno creato la community più affiatata. Ma ci sono molte altre gare anche solo in Europa che non hanno NIENTE da invidiare alle Spartan Race.

In Italia si é creato ed é cresciuto negli anni un movimento OCR  che vede un numero sempre maggiore di gare.

Ci sono gare per tutti i gusti e di varie distanze. E lo spirito é sempre quello che si trova in queste corse e che è alla base di questo sport. Unione, divertimento e passione. Quindi se stai iniziando il tuo percorso in questo mondo sappi che la scelta di gare da fare è veramente grandissima e puoi lanciarti ad esplorare tante realtá diverse con la certezza che troverai sempre un ambiente divertente, stimolante e tante sfide che sono sempre dietro l’angolo.

Certo… come in ogni ambiente c’é chi fa il proprio lavoro con qualità e con voglia di migliorare e chi no.

E anche nell’ ambiente delle gare OCR non é semplicissimo scegliere le gare a cui partecipare.

In questo ti possiamo aiutare noi Heroes, con la nostra esperienza e conoscenza dell’ambiente ti possiamo guidare nella scelta della migliore gara per te ! Vogliamo che la tua esperienza in questo sport sia straordinaria e faremo di tutto per renderla tale.

Troverai anche parecchie scuse a farti compagnia, perché allenarsi è doloroso, stancante e i risultati non si vedono domani. E nemmeno dopodomani. Si vedono tra 3 mesi. 6 mesi. Un anno.

Ma non puoi vederli se non sai come prepararti a dovere. Non c’è personal trainer che regga.

Non c’è crossfitter in grado di preparare il tuo corpo ad una Obstacle Race. Per prepararti non intendo “andare lì e partecipare”. Quello lo puoi fare anche ora. TI fai la tua corsetta, 300000 burpees e torni a casa conscio di aver vissuto il 2% di una Obstacle Race.

Anche una scimmia riuscirebbe a prepararti per questo risultato.

Io parlo di alzare l’asticella fino al tuo massimo limite, di spingere il tuo tuo corpo come non mai e di arrivare a risultati che nemmeno immaginavi fossero possibili. Non dico che “dopo i miei allenamenti vincerai ad occhi chiusi” ma avrai TUTTE le carte in regola per poterlo fare. Sono due punti di vista differenti e li condivido entrambi, sia chiaro.

Anche la mia prima Obstacle Race, che trovi qui, è stata una disfatta sotto il punto di vista delle performance. Ma non era il mio obiettivo. Se vuoi fare una Obstacle Race “per assaggiare questo mondo” allora prenota immediatamente la prossima perché ti assicuro che sarà un’esperienza indimenticabile che porterai sempre con te. Ma se fai parte della schiera di quegli, eroi disposti a passare attraverso un intenso sistema di allenamento, sperimentando sulla propria pelle “sangue, sudore e lacrime” allora clicca qui.